Vieni a conoscere gli Specchi esseni nel nostro seminario del 23 Novembre!
Quando qualcuno mi dice che gli faccio da specchio a me viene da chiedere quale dei sette…
Alla fine degli anni ’90 Gregg Braden, in una conferenza chiamata “Camminare tra i Mondi”, parla di una tecnologia interiore che può aiutare a comprendere quali siano i meccanismi con i quali interagiamo, a livello emozionale, con il mondo. E quando dice mondo non fa nessuna differenza tra quello interiore ed esteriore.
Secondo lui gli Esseni, misteriosa popolazione che si dice abbia interagito con grandi Mastri del passato, avevano questo mezzo, quello degli Specchi, appunto, per sviluppare la propria crescita spirituale e procedere nella loro evoluzione energetica.
Bando alle ciance, ordunque vediamo quali erano questi Sette Specchi:
IL PRIMO SPECCHIO ESSENO dei rapporti è incentrato su cosa noi inviamo, nel momento presente, alle persone che ci stanno accanto: molto probabilmente il più conosciuto, quello a cui si riferiscono molti, quando affermano che il mondo risponde a ciò che direttamente, o indirettamente, proviamo a livello emozionale. Se vedo gente felice molto probabilmente perché sono felice anch’io.
IL SECONDO SPECCHIO ESSENO dei rapporti umani, invece, è decisamente più sottile: afferma che il mondo ci rimanda ciò che noi giudichiamo nel momento presente. Facciamo un esempio: vedo delle persone che si fanno beffa di altre, ciò mi potrebbe capitare perché dentro di me anche io ho quel tipo di giudizio. Me lo devo ricordare ogni volta che guardo il telegiornale. 
IL TERZO SPECCHIO ESSENO: quello del colpo di fulmine.
Questo specchio ha spesso lo sguardo come veicolo e ci fa innamorare di caratteristiche che avevamo anche noi ma che abbiamo perso, abbiamo ceduto o ci sono state sottratte da altri, e che noi ricerchiamo con la falsa percezione di sentirci innamorati. Praticamente, secondo questo Specchio, pensavamo che fosse Amore invece era un calesse: non siamo innamorati, stiamo solo tentando di recuperare una parte di noi che ci mancava molto. Devo spiegarlo bene, questo, a molte mie amiche.
Quindi offre la possibilità di recuperare ciò che si è perso di noi e che noi andavamo a ricercare in altri.
IL QUARTO SPECCHIO ESSENO ci mostra che attraverso la dipendenza e la compulsione, noi rinunciamo lentamente proprio alle cose a cui teniamo di più. Aspettate un attimo, mi fumo una sigaretta e finisco di scrivere…..
Dove eravamo rimasti? Ah sì, al quarto Specchio. Anche Gregg Braden afferma che dovremmo evitare di cadere facile preda di ciò che ci distoglie dalle cose importanti prima che sia troppo tardi: non a caso fa diversi riferimenti alle persone che sacrificano la famiglia, o altri affetti, per una carriera o per altri traguardi che alla fine qualcuno rischia di godersi in solitudine.
Interessante è IL QUINTO SPECCHIO ESSENO: attraverso la sua visione ci viene chiesto di ammettere la possibilità che le azioni dei nostri genitori verso di noi riflettano le credenze e le aspettative nei confronti del rapporto tra noi e la nostra Madre e il nostro Padre Celeste. Beh, se consideriamo che certamente già le memorie prenatali sono il nostro bagaglio di creazione questo Specchio può decisamente funzionare! E se aggiungiamo tutto quello che il nostro cervello, nei primi due anni di vita in onde Delta e poi fino ai sette anni in onde Theta, ha ricevuto come programmazione se ne comprende l’efficacia.
IL SESTO SPECCHIO ESSENO rappresenta quello che può esser chiamato “la Notte oscura dell’Anima”.
Ci dice che quando dobbiamo affrontare le più grandi sfide della vita possiamo esser certi che esse divengono possibili solo dopo che abbiamo accumulato gli strumenti che ci servono per superarle nel migliore dei modi.
IL SETTIMO SPECCHIO ESSENO ci invita a permettere a noi stessi di essere il solo punto di riferimento per i risultati che raggiungiamo, senza paragonare i successi o i fallimenti attraverso criteri di valutazione esterni. Credo che questo sia la vera Compassione, quello che nel Reiki è rappresentato dai Cinque Principi.
Se l’argomento degli Specchi esseni ti è piaciuto e desideri approfondirlo, puoi leggere il libro di Arcangelo Miranda che si intitola “Io sono Me” oppure partecipare al nostro seminario di una giornata, il 23 Novembre, a Siena nord, presso la Scuola di Naturopatia Alma Accademia dell’Anima.
Il costo del seminario è 80 euro.
Per info Pamela Galli 392 8474479
Alma Accademia dell’Anima 0577798123
www.accademiadellanima.com
Pamela Galli di Alma Accademia dell’Anima, Scuola di Naturopatia in Siena.