Passiflora: aiuto naturale in caso di stress, insonnia e nervosismo!
Pianta originaria del Sud America, fu introdotta in Europa dopo la conquista del Messico da parte dei Conquistadores spagnoli, dove alcuni religiosi che li accompagnavano rimasero affascinati da questo bellissimo fiore e dal suo parallelismo con la passione di Cristo: la corona di spine con la corona di filamenti colorati, i 5 stami come le 5 ferite, i 3 stigmi come i 3 chiodi della croce. La sua prima descrizione fu infatti Passione incarnata, a cui Linneo aggiunse il termine flos, fiore, per giungere a Passiflora. Non a caso il frutto commestibile che ne deriva è appunto chiamato frutto della passione. La droga della pianta è contenuta in misura maggiore nelle foglie, ed ha proprietà sedative ed ansiolitiche: la Passiflora è considerato un valido alleato in caso di insonnia, dove i suoi effetti non producono senso di intorpidimento al risveglio o assuefazione, nei casi di stress, ansia, irritabilità.
Trova buon uso nei casi dove sia necessario un effetto calmante e spasmolitico sulla muscolatura liscia, sui dolori di origine muscolo-tendinei, su gastriti, coliti o dolori mestruali.
Il suo uso è consigliato in infuso, tintura madre, polvere ed estratto secco.
Anche il suo frutto, chiamato anche maracuja, è prezioso per stomaco ed intestino, e possiede una buona dose di fibre, vitamine e minerali.
Se ti piace il mondo erboristico e desideri conoscere, ed applicare, le erbe officinali, chiedici informazioni sui nostri corsi presso la scuola di Naturopatia Alma Accademia dell’Anima di Siena.
Tutte le informazioni non hanno carattere medico e sono solo a scopo descrittivo.